Come di scrive un libro? Guida pratica passo dopo passo.

Cari amici Lettori,

qualc

libri.jpg
he settimana fa abbiamo affrontato il tema da manoscritto a libro di successo ma in prossimità del concorso per scrittori vi chiedo: Come si scrive un manoscritto? Oggi voglio darvi qualche suggerimento per comporre la vostra prima opera. Cercherò di guidarvi punto dopo punto, partendo dal consiglio più ovvio, ovvero di leggere tanti libri di tanti generi differenti prima di approcciarvi in questo cammino, perché la strada è tortuosa e in salita e sapere se si stanno usando le giuste “scarpe” è il primo passo fondamentale.

  1. LA STORIA. Il primo punto da fissare deve essere la storia, averla ben fissa in mente, crearsi una scaletta sui punti che si vogliono toccare capitolo per capitolo, i personaggi, i loro caratteri, i loro punti di forza e le loro debolezze.
  2. FISSARE CHI RACCONTA LA STORIA. Capire chi scrive “ci sono io o non si cono io?” la volete raccontare in prima o in terza persona? Ambientata in passato, nel presente o nel futuro? Vi suggerisco di mettere tutti i tempi verbali nello stesso modo e tempo (es. indicativo presente) arricchite il vostro vocabolario con espressioni nuove, sinonimi o contrari, non abbiate paura di avere sempre con voi un vocabolario di italiano, che possa aiutarvi, a mio avviso non si finisce mai di imparare, soprattutto la nostra lingua.
  3. SVILUPPATE LA FANTASIA. Quando si scrive, niente è impossibile, il vostro personaggio può toccare la superficie della luna semplicemente desiderandolo.
  4. FRASI SEMPLICI E BREVI. Evita le frasi fatte più le frasi sono comprensibili meglio arriveranno a chi poi le dovrà leggere. C’è davvero bisogno della retorica? si chiedeva Umberto eco.
  5. NON ESSERE RIDONDANTE. Non è piacevole leggere sempre lo stesso concetto.
  6. LA LUNGHEZZA. Essendo carattere e grandezza della scrittura relativa, ogni opera viene suddivisa a livello editoriale in cartelle: 1 cartella equivale a circa 1800 battute, numero complessivo tra lettere e spazi. Il blogger Simone Navarra ha tentato di classificare i vari testi narrativi come segue: da 1 a 10 cartelle abbiamo il racconto breve, da 11 a 50 cartelle il racconto lungo, da 51 a 150 cartelle il romanzo breve e oltre le 150 il romanzo vero e proprio.

Ma la verità mie cari Lettori è che la cosa più importante è la storia. Spero di essere stata utile e vi do appuntamento al prossimo articolo!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...