Cosa si nasconde nei mercatini di Natale?

ID117f3_@_Mercatini

Cari lettori, il Natale è alle porte e come ben sapete, in questo periodo spuntano come funghi nel bosco urbano, i mercatini di Natale.

Qualche giorno fa ne ho visitato uno organizzato dalla parrocchia che periodicamente frequento e tra bracciali e collane c’erano una serie di libri donati da parrocchiani per la raccolta fondi da destinare ai meno fortunati della parrocchia stessa. Come potete ben immaginare mi sono fatta una interessante comprata di opere dalle pagine ingiallite e dal prezzo ancora in lire. Sono rimasta colpita nel vedere libri di Danielle Steel, Marjorie Hart e Amy Bratley, scrittrici che hanno accompagnato le mie giornate da giovane adolescente. Ma tra tutte le opere acquistate, mi ha accattivato particolarmente “Una donna non dimentica” di Sidney Sheldon, casa editrice Mondadori, anno di pubblicazione 1998. L’autore, venuto a mancare nel 2007, ha rappresentato una grave perdita per le letteratura a livello mondiale. Si tratta di uno degli autori più venduti al mondo, l’unico ad aver vinto due Oscar: un Tony Award e un Edgar Award. Il romanzo ha saputo suscitare sin da subito un consenso positivo da parte del pubblico, divenendo best-seller mondiale.
Sheldon in questa opera, la cui copertina è rappresentata da due grandi occhi femminili accattivanti, ha saputo creare una trama ben congegnata, che inizialmente si presenta come un romanzo d’amore tra una giovane pubblicitaria brillante, bella e particolarmente intelligente, dote che spesso viene da lei messa in risalto per criticare gli uomini, e un’aspirante politico sensibile al sesso femminile. Tra i due è subito alchimia ma come un fiammifero acceso in una fredda notte invernale anche la loro storia è destinata a bruciare in fretta e consumarsi prima del tempo, lasciando la giovane Leslie ad un passo dal matrimonio. A tutto ciò si aggiungono sei omicidi apparentemente indipendenti l’uno dall’altro, ma collegati tra loro da un elemento: ecstasy liquida. Una trama Noir avvincente che è come un caleidoscopio di buoni sentimenti e vecchi rancori dove aleggia la corruzione politica e la vendetta di un’amore mai realizzato. Una trama che non lascia spazio alla banalità, vi sono continui colpi di scena che irrompono bruscamente nella narrazione stessa.

Per concludere miei cari Lettori vi consiglio caldamente di prendervi tutto il vostro tempo per visitare i nostri cari mercatini perché un premio Oscar è sempre in agguato! Ci leggiamo al prossimo articolo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...