“Bruciata viva. Vittima della legge degli uomini”; precursore della modernità?

Cari Lettori oggi voglio parlarvi del famosissimo romanzo autobiografico “Bruciata viva. Vittima della legge degli uomini”. Pubblicato nel 2003 in Francia, venne tradotto in 37 lingue, arrivando in Italia solo quattro anni dopo dalla casa editrice Edizioni Piemme.

bruciata-vivaIl romanzo racconta la storia di Suad, nome di fantasia, che a solo diciassette anni venne cosparsa di benzina e data fuoco dal cognato, su commissione del padre, perché innamorata e incinta di un suo coetaneo con cui perse ogni contatto. Nel villaggio della Cisgiordania il delitto di onore appare come una pratica normale quindi non viene punito come omicidio, infatti ogni anno se ne registrano decide di casi ma non vengono segnalati. La protagonista gravemente ustionata riesce comunque a salvarsi e a dare alla luce il suo bambino grazie all’ intervento di una donna, Jacqueline, e alla sua organizzazione umanitaria, che la condurrà fino al nostro paese. Giunta in Italia decise di raccontare al mondo la sua storia e di denunciare apertamente il delitto d’onore.

Ricordo benissimo il momento che mi trovai a leggere questo toccante romanzo, ero negli anni dell’università e lo trovai nascosto in uno scaffale remoto della biblioteca della mia città. Ogni pagina che leggevo mi faceva sentire fortunata di essere nata e cresciuta in un paese civilizzato, dove non esiste il delitto d’onore e le sue pratiche disumane. Ma ad oggi mi domando: Può essere questo romanzo autobiografico precursore delle modernità? Quante donne oggigiorno vengono sfigurate da questa pratica bestiale, anzi mi correggo spietata, visto che nessun animale sarebbe capace di uccidere un suo simile, riempiendo così pagine e pagine dei nostri quotidiani? Questo romanzo ci fa capire che in Italia queste pratiche non devono essere considerate consuetudine e abbiamo una grande arma per poterlo fare, ossia la denuncia per le violenze domestiche.

Aspettando il prossimo articolo vi lascio con una domanda: Ritenete che nella nostra società la donna è sufficientemente tutelata?

Voto:5/5

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...